Polizia Gallipoli: intervento per ripristinare la legalità

Nel corso di un Tavolo Tecnico tenuto nei giorni scorsi con i rappresentanti della Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Capitaneria di Porto operanti sul territorio di Gallipoli,  è stato deciso di dare luogo, nella serata di ieri, ad un’operazione congiunta, contestuale ed integrata con tutti gli organi di polizia, presso l’area del Mercato Ittico di Gallipoli, al fine di dare esecuzione ai provvedimenti delegati dall’Autorità Giudiziaria, in ordine all’area demaniale di 415 metri quadrati, già sottoposta a sequestro preventivo nel mese di dicembre 2017, in quanto abusivamente occupata dagli operatori del mercato ittico.

L’accesso congiunto, nelle 5 pescherie e nel ristorante, tutti presenti nell’area sottoposta al controllo di polizia, ha portato ai seguenti risultati operativi:

  1. ad una pescheria è stata contestata l’occupazione di suolo demaniale marittimo e di demanio ferroviario per la presenza di:

– nr. 2 espositori tipo barca:

– nr. 18 tavoli in legno;

– nr. 8 tavoli in plastica;

– nr. 12 sgabelli;

– nr. 44 sedie in plastica;

– nr. 57 sedie in legno.

Tutto il suddetto arredo è stato sequestrato e affidato in giudiziale custodia al Sindaco di Gallipoli.

Sempre a carico della stessa pescheria è stata applicata la sanzione amministrativa di 1.500,00 euro, con conseguente sequestro di kg 3 di prodotti ittici e di nr. 18 vasetti di vetro contenenti polpa di riccio di mare, per la mancanza di tracciabilità.

  1. a carico di una seconda pescheria è stata contestata la violazione dei sigilli, l’occupazione di suolo demaniale marittimo per la presenza di:
  •  nr. 1 botte in legno utilizzata a mo’ di tavolino;
  • nr. 6 sgabelli in legno.

Tutto il suddetto arredo è stato sequestrato e affidato in custodia al Sindaco di Gallipoli.

È stata altresì redatto verbale amministrativo, con conseguente sequestro di kg. 17 di prodotti ittici, per la mancanza di etichettatura.

  1. a carico di una terza pescheria è stata contestata la violazione dei sigilli, l’occupazione di suolo demaniale marittimo per la presenza di:

– nr. 1 tavolino;

– nr. 12 gabelli;

– nr. 1 ombrellone.

Tutto il suddetto arredo è stato sequestrato e affidato in custodia al Sindaco di Gallipoli

  1. carico di una quarta pescheria è stata contestata la violazione dei sigilli e l’occupazione di suolo demaniale marittimo per la presenza di:
  • nr. 8 tavoli;
  • nr. 32 sedie.

Tutto il suddetto arredo è stato sequestrato e affidato in custodia allo stesso titolare, disponendo di spazio idoneo alla custodia del materiale.

A carico di una quinta pescheria, è stata disposta la rimozione, a cura dall’amministratore giudiziale a mezzo di ditta privata, di attrezzature varie che risultavano già sottoposte a sequestro penale nell’ambito del precedente procedimento penale, avviato a seguito del primo intervento congiunto degli organi dello Stato, nel mese di luglio 2017.