Cronaca dei Carabinieri su Ginosa (TA) , Potenza e Bari

I Carabinieri della Stazione di Ginosa (Ta) hanno arrestato, in flagranza, per furto aggravato in concorso, un 20enne e una 18enne, entrambi rumeni, incensurati e residenti a Taranto. I militari, durante un mirato servizio, hanno sorpreso i due ladri all’interno di un supermercato di Ginosa dopo che avevano rubato ed occultato all’interno di una Ford Focus, parcheggiata nei pressi dell’attività commerciale, diversi prodotti alimentari. La refurtiva, del valore di € 300,00 circa, è stata restituita al responsabile del supermercato, mentre l’autovettura, utilizzata dai due malfattori, è stata sottoposta a sequestro. I due, condotti in caserma, al termine delle formalità di rito, sono stati arrestati per furto aggravato in concorso e, su disposizione del P.M. di turno, sottoposti agli arresti domiciliari.

/////////////////////////////////////////////

Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Potenza, nel Quartiere “Bucaletto”, hanno arrestato in flagranza di reato un 60enne e il figlio 22enne, conviventi, entrambi gravati da precedenti, ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.
L’operazione, condotta con l’ausilio dell’unità antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Potenza,  si è concretizzata a seguito di una serie di servizi svolti dagli stessi militari nei giorni scorsi, durante i quali avevano rilevato l’insolita presenza e movimento di persone nei pressi dell’abitazione degli arrestati.
Tale situazione ha indotto i Carabinieri ad effettuare un’accurata perquisizione nella casa, ove hanno potuto accertare che i due soggetti avevano allestito una vera e propria centrale dello spaccio.
Difatti, oltre a rinvenire e sequestrare una pietra di cocaina, del peso di 22 grammi circa, gli operanti si sono poi imbattuti in un vero e proprio laboratorio domestico, dotato di frullatore elettrico per amalgamare le dosi, un bicchiere con all’interno sostanza da taglio del tipo mannite, 2 coltelli, 4 grinder – tritaerba (utilizzati per miscelare droghe), 1 bilancino di precisione, bustine in cellophane per il confezionamento, e 1.000 euro, in banconote da 20 e 50 euro, quale provento dell’illecita attività delittuosa.
I due arrestati sono stati associati alla Casa Circondariale di Potenza.
Quest’ultimo risultato si inserisce nel solco delle attività preventive e repressive che i Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza stanno implementando in tutta la provincia, al fine di poter individuare le indebite condotte e modalità di approvvigionamento, trasporto e distribuzione che connotano il fenomeno della droga nell’area lucana, sfruttando al massimo le potenzialità dell’Istituzione, dispiegando sul terreno, oltre alle Stazioni Carabinieri, tutte le componenti dell’organizzazione territoriale dell’Arma deputate al controllo del territorio

///////////////////////////////////////////////////////

La scorsa notte, alle ore 02.30 circa, in Corso Italia, Bari i militari del Nucleo Radiomobile hanno arrestato un 21enne di Ceglie del Campo, per porto illegale di arma clandestina e munizionamento.
Il predetto, a bordo di un’autovettura, alla vista dei militari, abbandonava il veicolo e scappava via unitamente ad un complice, al momento sconosciuto,  del quale favoriva la fuga frapponendosi tra quest’ultimo ed un militare operante. Nel frangente, lo sconosciuto fuggiasco lanciava a terra una pistola semiautomatica, marca Beretta Mod. 34 con matricola abrasa, con sei colpi nel serbatoio monofilare, in ottimo stato d’uso e di conservazione.

Nella circostanza veniva accertato che il complice fuggito era poi entrato in un portone della citata via ed a seguito di un immediato controllo, in un sottoscala, gli stessi militari rinvenivano 4 passamontagna, un paio di guanti ed una bomboletta lubrificante per armi.  Il tutto posto sotto sequestro. L’arrestato, su disposizione della competente A.G. è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Bari. Indagini in corso per l’identificazione del fuggitivo.

////////////////////////////////////////////////////////////////