Mercantile arenato: nave disincagliata

E’ stata disincagliata e trainata al largo la nave turca Efe Murat incagliata dal 23 febbraio scorso a ridosso dei frangiflutti della spiaggia barese di Pane e Pomodoro durante una mareggiata. Non appena saranno concluse le verifiche per attestare l’effettiva capacità di galleggiamento in navigazione del mercantile, la nave sarà trainata in porto dove, dopo le 9.30 è previsto l’attracco al molo san Cataldo.
    Le manovre di disincaglio, cominciate ieri sera, sono proseguite per tutta la notte e la nave è stata liberata attorno alle 5.30 con l’arrivo del picco di alta marea. Due potenti rimorchiatori hanno prima fatto ruotare la prua della nave di 180 gradi e hanno poi continuato a farla ruotare di pochi gradi a destra e a sinistra spostandola verso il largo sino a che, all’alba, anche la poppa si è liberata grazie anche all’arrivo dell’alta marea. “E’ stato evitato un disastro ambientale – ha commentato il sindaco Decaro su Fb – e quella nave arenata sulla spiaggia resterà solo un ricordo curioso”.
   

Mercantile arenato: concluso traino, nave in porto Bari 
 Le operazioni di traino del mercantile si sono concluse in mattinata e la nave è ora ormeggiata in sicurezza al molo San Cataldo nel porto di
Bari. Nei prossimi giorni la società armatrice dovrà predisporre un piano per decidere come e se intervenire per le riparazioni
necessarie. Dovrà anche organizzare l’eventuale rientro in Turchia della nave, compatibilmente con le necessità della
inchiesta giudiziaria avviata dalla magistratura barese sul naufragio. (Ansa)