Sequestrati beni per 5 mln di euro a un tarantino già condannato per mafia


Notizia Audio voce Mimmo Moramarco  Vietata la riproduzione podcast news

Con la collaborazione operativa della Questura di Taranto , òa DIA di Lecce, ha sequestrato beni nei confronti di Giuseppe Catapano, 51enne di Taranto, già condannato per associazione di tipo mafioso, estorsione e detenzione di armi. Il provvedimento era stato emesso dal Tribunale di Lecce a seguito di indagini sulla situazione patrimoniale del pregiudicato , svolte dalla DIA di Lecce. Le stesse indagini hanno evidenziato una netta sproporzione tra i redditi dichiarati e il tenore di vita condotto da Catapano, risultata il frutto di attività delittuose.

Il sequestro ha riguardato due ville, un’abitazione, otto magazzini e un terreno, tra Taranto, Castellaneta Marina e Martina Franca, nonché quote societarie, cinque compendi aziendali (settore ittico), numerosi veicoli e conti correnti, per un valore complessivo di oltre 5 milioni di euro.