A Taranto il maltempo e la Provincia chiede stato di calamità


Notizia Audio voce Mimmo Moramarco  Vietata la riproduzione podcast news

“Chiediamo ufficialmente l’attivazione dello stato di calamita’ da parte del Governo con la conseguente messa a disposizione delle somme necessarie per intervenire, con la stessa sensibilita’ ed attenzione che e’ stata riservata per Venezia, anch’essa duramente colpita dal maltempo”. Lo sottolinea il presidente della Provincia di Taranto, Giovanni Gugliotti, riferendosi ai danni causati dal maltempo che si e’ abbattuto sui comuni tarantini nei giorni scorsi. “E’ stata inviata – aggiunge – una nota a tutti i sindaci della provincia di Taranto al fine di predisporre una relazione dettagliata per l’intero territorio provinciale e sostenere l’azione di riconoscimento della calamita’ naturale e del ristoro degli ingenti danni subiti”. Gugliotti ricorda che “giovedi’ scorso si e’ tenuto un incontro tra i presidenti delle province di Taranto, Brindisi, Lecce con il presidente della Regione Puglia, per la valutazione dei danni subiti dai territori”. L’intento e’ quello di “lavorare insieme, facendo fronte comune, con l’obiettivo – conclude – di chiedere al Governo il riconoscimento dello stato di calamita’, gia’ inviato formalmente dalla Regione, e lo stanziamento di risorse certe per affrontare l’emergenza che ha coinvolto le tre province pugliesi”.