Da dimora boss a centro co-housing Bari


Notizia Audio voce Mimmo Moramarco  Vietata la riproduzione podcast news

Villa Artemisia, la dimora dalla quale l’ex boss messinese Antonello Lazzarotto gestiva il narcotraffico, diventa dopo la confisca un centro di co-housing per neomaggiorenni fuori famiglia, un bistrot, un bed & breakfast e uno spazio aperto dedicato alla cultura. La struttura, nel rione Santo Spirito di Bari, è stata inaugurata oggi dalla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese e dal sindaco Antonio Decaro. Diventerà un’esperienza di accoglienza, formazione, lavoro, cultura e turismo e sarà gestita da operatori specializzati del settore e dagli stessi giovani ospiti che potranno così sperimentare l’autonomia e l’integrazione attraverso la gestione della cooperativa Caps.
Villa Artemisia è il primo e il più grande immobile confiscato a Bari alla criminalità organizzata.