Cronaca della Polizia su Bari,Cerignola e Foggia


Notizia Audio voce Mimmo Moramarco  Vietata la riproduzione podcast news

Da oggi si insedia a Bari il nuovo Vicario del Questore, il Primo Dirigente della Polizia di Stato Dr. Nicolino PEPE.

Già Vicario del Questore di Campobasso da un anno e sette mesi, il Dr. PEPE ha indossato l’uniforme nel 1991; assegnato alla Questura di Savona, ha diretto la Squadra Volanti; ha poi ricoperto diversi incarichi da Dirigente di importanti Commissariati di P.S. tra cui Cassino (Fr), Sessa Aurunca e Formia (Ce), ed “a scavalco” Aversa e Castel Volturno (Ce).

A Latina è stato Capo di Gabinetto fino alla promozione a Primo Dirigente e all’assegnazione alla DIA di Roma con l’incarico di Capo della Prima Divisione del Primo Reparto, per l’analisi del fenomeno di “Cosa Nostra”.

Successivamente, sempre in DIA a Roma, è stato assegnato al Secondo Reparto, Capo della Prima Divisione Investigazioni Giudiziarie, attività di contrasto a “Cosa Nostra”, ove ha coordinato, tra l’altro, importanti attività d’indagine come quelle relative al processo “Trattativa Stato-Mafia”, e le intercettazioni in carcere dei ‘Boss’ Totò Riina e Giuseppe Graviano, per poi ricevere nell’Aprile del 2018 l’incarico di Vicario del Questore di Campobasso.

Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Cerignola hanno tratto in arresto I. V. classe 1980, cerignolano, per evasione dagli arresti domiciliari.
In particolare i Poliziotti verso le ore 20.30 nel corso del servizio di prevenzione e controllo del territorio mentre transitavano per viale XXIV maggio direzione centro città notavano il predetto mentre correva in direzione opposta al senso di marcia dell’auto di servizio.
I.V. già sottoposto agli arresti domiciliari veniva subito riconosciuto dagli Agenti, inseguito e bloccato prima che potesse rientrare presso la propria abitazione.
Dopo gli accertamenti di rito l’uomo veniva nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Agenti della Polizia di Stato della Questura di Foggia, del Reparto Prevenzione Crimine, oltre a Militari della Guardia di Finanza e dell’Arma dei Carabinieri e personale della Polizia locale.
Il servizio è stato reso maggiormente incisivo dalla presenza dei cinofili della Polizia di Stato.
Le attività di controllo sono state svolte sia con servizi appiedati che automontati, anche con personale in abiti civili ed hanno interessato tutta la zona del centro storico, con passaggi pure nei vicoli meno frequentati.
Nel corso del servizio tutto il personale a disposizione, effettuava attività di pattugliamento appiedato nelle piazze interessate dal fenomeno oggetto di controllo, con maggior attenzione a Piazza Mercato e Piazza Federico II, angolo Via Arpi, zone dove si è riscontrata maggiore presenza di giovani.
Veniva altresì svolta attività di prossimità presso alcuni esercizi commerciali.
Due equipaggi del reparto RPC, con compiti di vigilanza a largo raggio, unitamente a personale in borghese della polizia locale hanno svolto servizio di contrasto ai parcheggiatori abusivi presso la locale Città del Cinema.
Nel corso dell’attività venivano controllate complessivamente nr. 94 persone di cui 17 con pregiudizi di polizia, nonché 41 veicoli.
Specifici servizi antidroga sono stati effettuati con l’ausilio dei cinofili in Piazza Marconi.