Da Potenza petizione inviata al Papa con 17mila firme per il Caso CLAPS

Diciassette mila firma sono state raccolte per la petizione del «Comitato per Elisa» lanciata sulla piattaforma Change.org circa un mese e mezzo, dopo l’annuncio dell’arcivescovo di Potenza dell’avvio dei lavori di ristrutturazione della chiesa della Santissima Trinità, nel capoluogo lucano, dove – il 17 marzo 2010 – fu ritrovato il cadavere di Elisa Claps, scomparsa il 12 settembre 1993, quando aveva 16 anni.

La petizione – che adesso sarà inviata a Papa Francesco – chiede all’arcivescovo potentino di «fare chiarezza sulle vicende inerenti il ritrovamento del corpo prima di qualsiasi decisione». Il documento chiede anche «una parola di scusa, senza la quale il Comitato si opporrà alla riapertura al culto della chiesa».

Per l’omicidio Claps, è stato condannato in via definitiva a 30 anni di reclusione Danilo Restivo, attualmente detenuto in Inghilterra per l’omicidio di un’altra donna, Hetaher Barnett, avvenuto nel 2002 a Bournemouth. 

Mimmo Moramarco

Lascia un commento