Petrolio: la Giunta lucana approva l’accordo con Eni e Shell

La Giunta regionale della Basilicata ha approvato oggi l’accordo finalizzato alla stesura del nuovo protocollo di intenti con Eni e Shell, contitolari della concessione del giacimento petrolifero “Val d’Agri”. La durata del nuovo protocollo sarà decennale: la validità sarà retroattiva a partire dal 26 ottobre 2019, data in cui è scaduta la prima concessione.

Lo ha reso noto l’ufficio stampa della stessa Giunta specificando inoltre che “nell’accordo sono indicate le misure di compensazione ambientale che saranno dirette alla salvaguardia dell’ambiente e allo sviluppo del territorio lucano, sia in termini economici che occupazionali e sociali”.
    “Un rinnovo decennale con valore retroattivo – ha evidenziato il presidente della Regione, Vito Bardi – che, rispetto al passato, moltiplica almeno per sei i benefici economici in favore della Basilicata che deriveranno dall’accordo compensazioni con Eni-Shell”.

   L’Eni – in una nota diffusa dall’ufficio stampa – ha espresso “soddisfazione per la firma dell’accordo preliminare per la proroga della concessione Val d’Agri che conferma l’attenzione a un territorio in cui l’azienda opera da più di 20 anni e il dialogo costruttivo con la Regione Basilicata”.

Mimmo Moramarco

Lascia un commento