Gestione illecita rifiuti e lavoro in nero, una denuncia

In due ditte per la realizzazione di impianti di videosorveglianza e fotovoltaici, aveva attrezzato una autofficina, completa di ponte sollevatore, dove un operaio (che lavorava in nero) riparava i mezzi usati dalle stesse imprese. Inoltre, in una seconda area più piccola, aveva allestito un deposito e stoccaggio di rifiuti speciali pericolosi e non, provenienti dalle varie riparazioni meccaniche, tra cui oli esausti e ricambi.

Per questo un 38enne, titolare di due ditte a Modugno (Bari), è stato denunciato dai carabinieri per gestione illecita e deposito incontrollato di rifiuti. Il 38enne ha ricevuto anche una sanzione amministrativa di 9.200 euro per aver impiegato un dipendente in nero. Al termine delle attività di controllo, l’autofficina e l’area di stoccaggio sono state sequestrate, con contestuale sospensione dell’attività. 

Mimmo Moramarco

Lascia un commento