Stellantis, stop di una settimana alla fabbrica di Melfi

Il segretario regionale della Basilicata della Uilm, Marco Lomio, ha annunciato la chiusura della fabbrica di Stellantis situata Melfi, in provincia di Potenza, per mancanza di componenti fondamentali per la produzione dei veicoli.

L’annuncio è il seguente: “Nuova chiusura totale dal 3 al 10 maggio prossimo, per lo stabilimento di Melfi, dove si producono Jeep e 500X, a causa delle conseguenze dell’emergenza sanitaria sul mercato dell’auto e per la mancanza di semiconduttori, problema che affligge da tempo la produzione automobilistica”.

Come lui stesso ha spiegato: “Questi continui stop legati ai problemi di fornitura ad oggi non vedono una soluzione e impattano in modo forte sul salario dei lavoratori”. Sono infatti circa 7.000 i dipendenti che staranno tutta settimana in cassa integrazione. Il calo della domanda purtroppo è evidente, e sappiamo bene quanto sia dovuto alla grande crisi causata dall’emergenza sanitaria Covid-19 e alle continue chiusure e lockdown iniziati ormai più di un anno fa.

Non è nemmeno l’unico motivo, visto che il settore oggi continua a dover far fronte anche a quella che possiamo chiamare “la crisi dei semiconduttori”, che sta coinvolgendo tutto il mondo. Stellantis al momento non ha le componenti che servono per garantire la sua produzione (si tratta di particolari microchip per la realizzazione di auto). Anche la carenza di queste parti fondamentali è dovuto purtroppo alla situazione Coronavirus.

Mimmo Moramarco

Lascia un commento