Beni culturali: appello da Matera, ridateci nostro paesaggio

I lavori in corso a Matera per realizzare il Parco della storia dell’uomo a Murgia Timone “stanno provocando profonde alterazioni al paesaggio materano”, danneggiando “un elemento strutturante del paesaggio storico-ambientale che, con i Sassi e la gravina, caratterizza Matera, ‘core-zone’ del sito Unesco”.
    Lo hanno scritto 14 associazioni di Matera – che nel 2019 è stata Capitale Europea della Cultura – in un appello inviato al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio, Mario Draghi, e al Ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini.

Fra i firmatari del documento vi sono la Fondazione Sassi, Italia Nostra, Legambiente e la sezione lucana dell’Istituto nazionale di urbanistica.
    Le 14 associazioni hanno definito “sciagurata” la decisione di progettare il parco della storia dell’uomo: i lavori priveranno i turisti dell'”alterità dei luoghi e delle culture”.

Mimmo Moramarco

Lascia un commento