Farmaci sottratti al 118 Alberobello, indagati 2 infermieri (VIDEO)

 Avrebbero sottratto farmaci e dispositivi di protezione individuale dalla postazione del 118 di Alberobello, in provincia di Bari, dove erano in servizio.
    Due infermieri di 59 e 67 anni, quest’ultimo in pensione, sono indagati per peculato: al primo i Carabinieri hanno notificato, su disposizione del Tribunale di Bari, un provvedimento cautelare di interdizione dalla professione; nei confronti del secondo è stato eseguito un decreto di sequestro preventivo pari a 2.600 euro, equivalente al valore della merce asportata. L’inchiesta è partita dopo la segnalazione di un medico, anche lui in servizio nella stessa postazione del 118 di Alberobello: in più occasioni si era accorto dell’ammanco di farmaci dalla valigia a bordo dell’automedica. Gli accertamenti hanno poi rivelato che la Asl della cittadina dei trulli, con cadenza settimanale, veniva rifornita con un quantitativo di medicinali superiore al reale consumo dell’utenza. I sospetti di indebite sottrazioni dal magazzino sono stati poi confermati dalle riprese delle telecamere, installate dagli investigatori: nelle immagini si vedono i due indagati introdursi nel deposito, in ogni giornata di servizio prestato, prelevare numerosi farmaci e nasconderli nei pantaloni o nelle giacche, per poi allontanarsi.
    I farmaci di cui si sarebbero appropriati sono principalmente cortisoni e antinfiammatori, poi garze, protettori gastrici, mascherine FFPP2, siringhe e lacci emostatici destinati alle esigenze delle ambulanze. Gran parte della merce è stata poi ritrovata dai militari nelle perquisizioni a casa dei due indagati e negli armadi spogliatoio utilizzati nel luogo di lavoro. (ANSA).

Voce Mimmo Moramarco

Lascia un commento