La Basilicata in marcia contro il gioco d’azzardo patologico

In Basilicata, le chiusure delle sale da gioco causate dalle restrizioni contro la diffusione del covid-19 hanno portato ad una crescita del 62,6 per centro dei giocatori on line, con 158.624 conti attivi: è questo uno dei dati che sono stati diffusi stamani, nel palazzo del Consiglio regionale, a Potenza, in un incontro con i giornalisti per presentare la seconda edizione della “Giornata lucana per la lotta alla dipendenza da gioco d’azzardo”.


    La ricorrenza, che è stata istituita con la legge reginale numero 28 del 2019, “mira – ha spiegato la consigliera regionale proponente, Dina Sileo (Lega) – a sensibilizzare la popolazione e a dare un messaggio chiaro e forte che le istituzioni non abbandonano coloro che si trovano in disagio sociale a causa della dipendenza patologia dal gioco d’azzardo”. Per il 2 dicembre prossimo è stata quindi organizzata “la Marcia delle istituzioni contro il gioco d’azzardo patologico”, che vedrà tutti i sindaci lucani e le istituzioni marciare insieme, in piazza dei Comuni, al rione Parco Aurora di Potenza, “per dare un messaggio di legalità e contrasto a quella che è diventata una vera e propria piaga sociale”.

Voce Mimmo Moramarco

Lascia un commento