Astronauti per un giorno, a Bari 40 bambini studiano le stelle

Voce Mimmo Moramarco

Fa tappa a Bari l’iniziativa ‘Italia Brilla – Costellazione 2022’ promossa da Iliad e dall’associazione ‘Il Cielo Itinerante’.

Il progetto, di cui Unicef Italia è main partner, patrocinato dall’Agenzia Spaziale Italiana e dall’assessorato al Welfare Comune di Bari, rientra nel programma educativo congiunto con l’Agenzia Spaziale Europea promosso in occasione della missione Minerva condotta da Samantha Cristoforetti. Nella prossima tappa, in Basilicata, ci sarà un collegamento con l’astronauta dalla stazione spaziale Obiettivo dell’iniziativa è avvicinare bambine e bambini provenienti da contesti socio-economici difficili allo studio delle materie Stem, attraverso una laboratori dedicati al tema dello ‘Spazio’. A Bari, nella sede del Centro servizi per le famiglie del Comune ‘Mimmo Bianco’, circa 40 bambini sono stati coinvolti in due laboratori: il primo è ‘Astrokids – Astronauti per un giorno’, attraverso il quale simulano un processo di selezione per diventare astronauti e le condizioni di vita a bordo di una stazione spaziale internazionale; il secondo è dedicato al mondo delle telecomunicazioni con la costruzione di un piccolo satellite. “Soprattutto al Sud c’è una scarsissima attenzione a queste materie, in particolare nelle zone di povertà educativa” ha detto la vicepresidente dell’associazione ‘Il Cielo Itinerante’ Giovanna Dell’Erba, spiegando le finalità del progetto, cioè avvicinare i più piccoli allo studio delle discipline Stem. “L’idea dell’educazione come motore dello sviluppo e l’accesso all’educazione per tutti come strumento per colmare i divari – ha detto il ceo di Iliad Italia Benedetto Levi – ci ha convinti a sostenere questo progetto, una iniziativa che crediamo abbia un vero impatto sul territorio”.

Lascia un commento