‘Premio Fondazione Megamark con Incontri di Dialoghi’

Voce Mimmo Moramarco

Anche quest’anno il porto di Trani (via Statuti Marittimi) ospita i ‘Megalibri’, le cinque copertine in formato gigante dei romanzi finalisti della VIIª edizione del “Premio Fondazione Megamark – Incontri di Dialoghi” promosso dalla Fondazione Megamark di Trani e rivolto agli autori di romanzi alla loro prima pubblicazione.

La cinquina, ora al vaglio di una giuria popolare di 40 lettori che decreteranno il vincitore del concorso, è composta da ‘Altro nulla da segnalare’ (Ed. Unici di Einaudi) di Francesca Valente, ‘La casa capovolta’ (Ed. Hacca) di Elisabetta Pierini, ‘La vita sessuale di Guglielmo Sputacchiera’ (Ed. Quodlibet Storie) di Alberto Ravasio, ‘Nonostante tutte’ (Ed. Unici di Einaudi) di Filippo Maria Battaglia e ‘Oceanides’ (Ed. Il Saggiatore) di Riccardo Capoferro.

Le originali installazioni sono esposte a Trani, città che ospita anche ‘I Dialoghi di Trani’; ed è proprio all’interno di questa manifestazione, giunta alla XXI edizione, che è inserita la cerimonia di premiazione del concorso che si terrà il 23 settembre in piazza Quercia a Trani e sarà condotta dall’attrice italiana Debora Villa.

Il “Premio Fondazione Megamark – Incontri di Dialoghi” ha visto la partecipazione, nelle passate edizioni, di oltre 330 titoli di scrittori esordienti provenienti da tutta Italia, affermandosi come uno dei premi letterari di riferimento del Sud Italia.

Lascia un commento