Cronaca dei Carabinieri su Taranto, Manduria e Andria

I Carabinieri della Compagnia di Andria, nel corso di mirati servizi predisposti per il contrasto e la prevenzione dell’illecita attività dello spaccio di sostanze stupefacenti in area urbana, hanno arrestato un 25enne andriese, incensurato.
I militari dell’Aliquota Radiomobile, dopo un’attenta analisi delle notizie apprese da alcuni cittadini durante i servizi perlustrativi ed il sequestro di Ketamina avvenuto nelle giornate precedenti, hanno eseguito una perquisizione in un sottano sito in zona Santa Maria Vetere, nella disponibilità del 25enne, dove da diverso tempo era stata segnalata la presenza di pusher e dove i militari ritenevano potesse avvenire la commercializzazione dell’anestetico sintetico sequestrato. 
L’accurata perquisizione, consentiva, infatti, di rinvenire, opportunamente occultati, circa 100 gr. di marijuana, circa 12 gr. di anfetamina e circa 3 gr. di Ketamina, nonché tutto il materiale utile al confezionamento delle droghe (ritagli di carta per il confezionamento della Ketamina, nastro isolante, forbici, pellicola trasparente) e denaro contante, che veniva sottoposto a sequestro.  
La conferma del rinvenimento della Ketamina, riveste particolare allarme sociale, in quanto trattasi di un anestetico sintetico dissociativo che può indurre allucinazioni. La Ketamina ha effetti psichedelici e dissocianti, danneggia irreversibilmente il cervello ed è una delle droghe usate illegalmente nei rave party. 
Per il 25enne sono così scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione della competente A.G., è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa di giudizio. E’ il secondo caso, nel giro di poche settimane che nella città di Andria, un insospettabile, ma soprattutto un incensurato,  finisce nelle maglie della giustizia per spaccio di droga. 

1 arresto, 10 denunce a piede libero e 2 persone segnalate quali assuntori di sostanze stupefacenti, sono il risultato di un servizio di controllo straordinario del territorio disposto dalla Compagnia Carabinieri di Manduria  finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in genere.

La Stazione di Manduria, nel corso di tale attività, in esecuzione di ordine di carcerazione ha tratto in arresto un 60enne di Manduria, poiché riconosciuto colpevole di commercio di sostanze alimentari nocive.

Nel medesimo contesto 10 persone sono state denunciate in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria tarantina perché ritenute responsabili di diversi reati: 1 per aver omesso di effettuare il cambio di domicilio delle armi detenute; 1 per inottemperanza alla misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio; 2 per violazione degli obblighi imposti dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di p. s. cui erano sottoposti; 2 per porto di armi od oggetti atti ad offendere; 2  per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità’; 2 per truffa in concorso.Inoltre, venivano segnalati alla Prefettura di Taranto 2 soggetti poiché trovati in possesso complessivamente di gr. 1,50 di marijuana che, opportunamente repertata, verrà analizzata dai militari del L.A.S.S. del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto

I Carabinieri della Sezione Radiomobile del N.O.R. della Compagnia di Taranto, nel corso di un servizio finalizzato a prevenire e reprimere i reati in materia di stupefacenti hanno denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubblica del capoluogo jonico, un 44enne, operaio, tarantino, con precedenti di polizia, trovato in possesso di 27 grammi di hashish, già suddivisa in dosi e pronta per essere venduta.

L’uomo sottoposto ad una perquisizione, prima veicolare e poi domiciliare, è stato trovato in possesso di complessivi 27 grammi di hashish, un bilancino di precisione, materiale utile al confezionamento delle dosi e di un coltello intriso della medesima sostanza stupefacente, il tutto sottoposto a sequestro.La sostanza stupefacente sarà consegnata ai militari del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto per le analisi quali-quantitative.