Arresti a Bitonto per agguato: tre ritenuti del gruppo Cipriano (VIDEO)

Condividi articolo

I carabinieri hanno arrestato all’alba tre presunti responsabili dell’agguato in cui rimasero feriti il 23 febbraio scorso un 17enne e il 29enne Giuseppe Antuofermo ritenuti entrambi vicini al clan Conte, in ‘guerra’ con il gruppo criminale dei Cipriano per il controllo delle piazze di spaccio della droga a Bitonto. Durante la faida, il 30 dicembre 2017, durante un ‘botta e risposta’ a colpi di armi da fuoco per le strade cittadine, venne uccisa per errore l’83enne Anna Rosa Tarantino e ferito un giovane esponente del gruppo Cipriano, Giuseppe Casadibari. Gli arrestati sono Benito Ruggiero, di 28 anni, Rocco Mena, di 30, e Arcangelo Zamparino, di 42, ritenuti vicini al clan Cipriano. Secondo l’accusa, sono gli esecutori dell’agguato compiuto in via De Rossi, a Bitonto. I tre, secondo l’accusa, raggiunsero l’enclave dei Cipriano imbattendosi prima in una vedetta del gruppo criminale, il minorenne, contro il quale spararono colpi d’arma da fuoco colpendolo alla coscia sinistra, e poi altri colpi di pistola furono diretti verso uno storico rivale del clan Conte, che rimase ferito all’inguine. Entrambi si salvarono rifugiandosi in abitazioni private. Grazie alle dichiarazioni delle vittime e ad indagini compiute dai
carabinieri e’ stato possibile identificare i tre, traditi dalle immagini dalle telecamere di sorveglianza e dagli abiti da loro
indossati al momento dell’agguato. Ruggiero e Mena erano già in carcere perchè accusati di aver sparato colpi d’arma da fuoco contro alcuni edifici di via Pertini, uccidendo un cane di proprietà del presunto boss Domenico Conte.

error: Contenuto protetto