Boni, Alda Merini non era folle ma genio

“Chi è più pazzo? Chi è più folle? Qual è la follia? Chi è che decreta la linea del folle o non folle? Parliamo della legge 180 di Franco Basaglia, parliamo di Alda Merini. Se uno Stato decreta per 12 anni folle Alda Merini, che per me era un genio, c’è qualcosa che non va nello Stato”. Lo ha detto l’attore Alessio Boni, parlando con i giornalisti a Taranto a margine dello spettacolo “Don Chisciotte”, liberamente ispirato al romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra, in programma ieri e oggi al teatro Fusco.
    “I folli – ha aggiunto Boni, che interpreta don Chisciotte, mentre a Serra Yilmaz è affidato il ruolo di Sancho Panza – sono altri. Alda Merini con le sue poesie ha fatto solo del bene. C’è la follia negativa e la follia positiva. Per me il don Chisciotte di Miguel de Cervantes, gli intellettuali, Alda Merini, Pasolini, Piero Ciampi, appartengono alla nobiltà della follia, alla follia bella, magari l’avessi io. Che poi è creatività, voglia di scoprire”. (Ansa)