Autosoccorso di Altamura gestiva illegalmente i rifiuti

Continua l’opera dei Carabinieri del Parco Nazionale della Murgia nel contrastare reati legati allo smaltimento illecito dei rifiuti. Questa volta lo scenario è in agro di Altamura. Dopo un intensa attività di controllo è stato individuato un deposito che era stato adibito allo smaltimento di pezzi di ricambio a seguito di demolizioni e la stessa struttura si prestava come deposito giudiziario, nonché soccorso stradale. Dopo approfonditi controlli dei militari in loco , la struttura era autorizzata solo in parte e solo per un certo tipo di attività , ma non presentava le giuste autorizzazioni sulla gestione dei rifiuti provenienti dallo smontaggio o demolizioni dei veicoli che gli venivano affidati. Secondo sempre i militari , alla ditta individuale in questione , non erano stati rilasciati i prescritti titoli abilitativi previsti dalla specifica normativa in materia di rifiuti .

I  sopralluoghi all’interno del deposito , di 2000 mtq, hanno confermato la presenza di numerose parti d’auto smontate e ordinatamente accatastate pronte alla vendita come pure di componenti meccaniche, elettriche e di accessori degli autoveicoli, nonché di una piccola officina con attrezzi idonei alle operazioni di smontaggio.

Accertata quindi la gestione illecita di rifiuti provenienti dalla demolizione, recupero e smaltimento degli autoveicoli, l’area è stata sottoposta a sequestro preventivo e un soggetto in qualità esecutore materiale, residente ad Altamura, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria di Bari.