Cronaca dei Carabinieri su Senise (PZ) , Bari, Grumo Appula

I Carabinieri della Compagnia di Senise, nel corso delle festività natalizie e di fine anno, stanno intensificando i controlli sul territorio, in particolare nei centri storici e luoghi dove si è registrata la maggior concentrazione di persone, in funzione delle numerose manifestazioni religiose e civili che si stanno susseguando in questi giorni.
In particolare, le attività di istituto dell’Arma sono state capillari su tutto il senisese, con l’impiego di numerosi ed ininterrotti servizi di vigilanza e pronto intervento.
È stata assicurata la vicinanza ai cittadini grazie all’impiego anche di pattuglie appiedate, che hanno attraversato le vie e i vicoli dei centri storici delle varie comunità locali.
L’iniziativa, non nuova per i Carabinieri, ha costituito l’occasione per garantire maggiore sicurezza in concomitanza dei numerosi eventi natalizi, appena trascorsi, in cui si è fatta sentire la vicinanza dell’Arma a quelle persone più deboli, in particolare gli anziani, che, spesso da soli, abitano nei centri storici. Le stesse, infatti, hanno accolto i Carabinieri nelle proprie abitazioni con grande gioia, approfittando per trascorrere dei momenti in compagnia, scambiandosi gli auguri e gesti di amicizia.
Anche nei prossimi giorni, con l’approssimarsi del nuovo anno, i Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza attueranno analoghi servizi su tutto il potentino, di modo da rendere più sicuro questo periodo di maggiore festosa aggregazione tra le persone.   

============================

I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, in concomitanza delle Festività Natalizie,  hanno intensificato i servizi di controllo del territorio in città, ottenendo positivi risultati soprattutto nel contrasto all’increscioso fenomeno dei reati predatori.

In particolare, i Carabinieri della Stazione di San Nicola hanno arrestato, per concorso in furto aggravato, due cittadini georgiani, sorpresi mentre asportavano, da due esercizi commerciali, dei giubbotti per bambini e capi di biancheria, utilizzando una busta “schermata” preparata ad hoc per eludere i sistemi antitaccheggio.

Ad attirare l’attenzione dei militari sono stati gli atteggiamenti sospetti dei due malviventi georgiani, identificati successivamente  in un 38enne ed un 28enne, i quali, entravano ed uscivano di continuo in diversi negozi.

I due sono stati dunque seguiti a debita distanza dai Carabinieri, i quali hanno potuto notare che, dopo aver rovistato tra la merce esposta in una vetrina, il 38enne ha prelevato un articolo di biancheria e subito dopo lo ha passato al complice che ha provveduto a nasconderlo in una busta di cartone. Dopo aver asportato il capo di abbigliamento, i due si sono affrettati ad allontanarsi dal negozio, senza aver pagato e dopo aver passato indenni la barriera antitaccheggio presente all’uscita.

Dopo pochi minuti, analogo escamotage è stato adottato in un secondo negozio, dove, approfittando del fatto che era presente solo una commessa, i due malfattori si sono impossessati indebitamente di alcuni giubbotti per bambini.

Ma questa volta ad aspettarli all’esterno vi erano i Carabinieri che hanno provveduto immediatamente a bloccarli, trovandoli in possesso della merce asportata che  è stata restituita ai commercianti, mentre la busta di cartone, composta all’interno da fogli di carta di alluminio avvolti da nastro adesivo, con un piccolo circuito elettrico con dei magneti, utilizzata per eludere i sistemi antitaccheggio, è stata sequestrata.

I due arrestati, su disposizione della competente A.G., sono stati, quindi, tradotti presso la locale Casa Circondariale, in attesa di giudizio.

===============================================

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Monopoli (BA) hanno arrestato un 37enne, con l’accusa di detenzione illegale di arma da sparo.

Ieri mattina, i militari, nel corso di una serie di controlli finalizzati alla prevenzione dei reati in genere, hanno fatto irruzione in un appartamento nel centro di Castellana Grotte e, nel corso della perquisizione, hanno rinvenuto una pistola di fabbricazione belga cal. 7,65 con matricola abrasa, completa di caricatore e 7 colpi. L’arma, perfettamente funzionante e pronta all’uso, era nascosta all’interno della caldaia dell’abitazione in cui l’uomo, originario del luogo e già noto alle Forze dell’Ordine, viveva con la propria famiglia.

Il 37enne è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Bari, a disposizione della  competente A.G..

La pistola è stata sequestrata e sarà trasmessa al RACIS di Roma per gli accertamenti balistici finalizzati a scoprire se la stessa sia stata utilizzata in recenti episodi delittuosi e per risalirne alla provenienza.

====================================================

I carabinieri di Bari hanno eseguito sette provvedimenti cautelari (sei obblighi di dimora e una detenzione domiciliare) nei confronti di altrettanti pregiudicati ritenuti responsabili di numerosi furti, estorsione, riciclaggio e ricettazione di mezzi e attrezzatura agricola.
    I reati contestati a quello che viene definito dagli inquirenti un gruppo criminale, riguardano una serie di furti in capannoni agricoli, garage e abitazioni in cui i malfattori entravano utilizzando anche la fiamma ossidrica. Di solito i ladri rivendevano la refurtiva o la utilizzavano per estorcere denaro alle vittime dei furti. Secondo quanto accertato dai militari, i reati sono stati commessi nei comuni della provincia di Bari (Toritto, Grumo Appula e Palo del Colle) dal 2015 al 2018.
    Le vittime dei furti erano imprenditori agricoli, braccianti agricoli e privati cittadini che, secondo i malfattori, avrebbero pagato per la restituzione della merce. Tra la refurtiva recuperata e restituita ai proprietari ci sono cinque trattori agricoli, tre appendici per trattori agricoli, circa 15 attrezzi tra motoseghe, decespugliatori, scuotitore ed un ciclomotore.